Programma di Canto Moderno

Cosa si studia?


Frequenza

Il corso di canto richiede una frequenza base di due ore settimanali: una di pratica individuale o collettiva fino ad un massimo di due persone, e quella collettiva di teoria che prevede un massimo di otto allievi. Facoltativamente si possono frequentare corsi complementari di coro e di musica d’insieme.

Obiettivi formativi

• Saper emettere suoni liberi di vibrare in modo naturale;
• Corretta intonazione;
• Utilizzo della giusta postura del corpo;
• Utilizzo della giusta fonazione;
• Cantare senza le tensioni muscolari involontarie;
• Rendere le tecniche acquisite completamente istintive;
• Conoscenza e padronanza di diversi generi musicali;
• Essere in grado di esprimersi ed esibirsi in differenti contesti musicali;
• Sapersi relazionare in modo competente con altri musicisti all’interno di diverse formazioni vocali e strumentali;
• Essere consapevoli delle proprie reali capacità raggiunte e saperle utilizzare nel migliore dei modi.


Argomenti trattati

La tecnica vocale:

ASPETTI DELLA TECNICA VOCALE

Analisi e applicazione della Postura del Corpo: rilassamento, retroversione del bacino, posizione delle gambe, delle spalle, del collo e della testa.

Analisi della Fonazione: l’intervento del sistema nervoso autonomo e quello volontario, la respirazione diaframmatica, l’emissione, il sostegno della pressione dell’aria da mantenere costante durante l’emissione di un suono, l’attacco, le risonanze interne naturali (casse di risonanza) del viso e del corpo; i suoni in maschera, il cambio di registro, l’intonazione, le differenze timbriche ed espressive, la forza e la potenza del suono (dinamica).

Perché?

La migliore tecnica è sempre quella che ci permette di ottenere il miglior risultato, con il minimo sforzo e dispendio di energia.

L’apprendimento della tecnica vocale è indispensabile per raggiungere i migliori risultati nell’utilizzo della voce, indipendentemente dalle proprie capacità innate e dal proprio talento.

Applicando sempre questo principio, si è in grado di evitare comportamenti dannosi alla propria voce e alle proprie corde vocali.


REPERTORIO

Canzoni relative ai diversi generi della musica moderna scelte in relazione al proprio livello raggiunto di tecnica vocale.


Particolare attenzione è data alla caratterizzazione, interpretazione, personalizzazione, alla tecnica, all’intonazione e, nel caso, alla dizione del brano considerato.

All’interno del proprio repertorio si studiano sia le parti soliste e, all’occorrenza, anche le parti dei cori.

Perché?

Per un cantante è fondamentale iniziare dall’imitazione delle tecniche e degli stili e non accontentarsi di un repertorio limitato ad uno o pochi generi. L’esplorazione dell’espressività artistica altrui sia nelle diverse lingue, epoche, che nelle diverse provenienze culturali, arricchisce il patrimonio timbrico di ciascuno che, con la necessaria maturazione tecnica, potrà riproporre le conoscenze interiorizzate a seconda della propria sensibilità e gusto.

Sarà la consapevolezza degli stili studiati ad orientare l’allievo tra la scelta di imitare volutamente un cantante in tutto o in parte oppure di far emergere un proprio timbro vocale.

L’obiettivo finale è comunque quello di arrivare ad esprimersi utilizzando esclusivamente le proprie caratteristiche vocali, cercando di diventare il più possibile unici e riconoscibili attraverso la scoperta e conoscenza della propria personalità e delle proprie doti interpretative.


REALIZZAZIONI DI PROVINI IN STUDIO DI REGISTRAZIONE

Una volta raggiunto un buon livello esecutivo del brano musicale studiato nel proprio repertorio, si realizza la registrazione della propria voce nel nostro studio.

• Registrazione su base musicale strumentale;
• Cura dell’esecuzione e verifica continua del risultato in tempo reale;
• Utilizzo di punch in e punch out (sovraincisioni di correzione di singole parole o parti di frasi);
• Registrazioni di tracce secondarie per inserire all’occorrenza delle parti di cori;
• Cura dell’interpretazione, della tecnica vocale, del timbro e delle dinamiche;
• Caratterizzazioni del brano considerato, imitare o non imitare il cantante della versione originale?

L’allievo potrà disporre e tenere su di un proprio supporto digitale ogni provino realizzato.

Perché?

Il lavoro svolto in studio di registrazione è una continua palestra che consente di mettere alla prova ogni singolo elemento della personale preparazione vocale.

Per questo motivo è sempre un momento di ricerca interiore che porta progressivamente ad una maggiore capacità e maturità artistica attraverso:


• La possibilità di provare diverse versioni interpretative;
• Il miglioramento della propria capacità di ascoltarsi in tempo reale;
• Una maggiore capacità di autocorreggersi in tempo reale;
• L’aumento delle proprie capacità di autocritica e correzione del lavoro svolto;
• L’acquisizione progressiva dell’orecchio selettivo;
• Il miglioramento dell’intonazione fine.


DIZIONE

Nell’ambito del corso di canto si tiene conto e si studia la giusta dizione ogni volta che si rende necessario.

Perché?

Scegliere se cantare un brano rispettando la giusta dizione è solitamente legato a scelte soggettive.

Generalmente un cantante decide di cantare in dizione quando la sua musica non rispecchia necessariamente il suo luogo di provenienza ed è destinata ad un pubblico ampio e differenziato.

Diversamente si canta con la pronuncia e la cadenza dialettale della propria regione, quando la musica serve a rafforzare il carattere e il contesto culturale del proprio luogo d’origine.