Pinuccio Pirazzoli

Il maestro


Pinuccio Pirazzoli sorpreso con completo blu elegante e cravatta

Creatività e grande

talento



Pinuccio Pirazzoli

è nato a Milano il 9 Giugno del 1949; chitarrista, pianista, compositore, arrangiatore e direttore d’orchestra
(ex allievo del Maestro Massimo Tenzi).


Biografia

Pinuccio Pirazzoli inizia la sua preparazione musicale fin da molto piccolo, studiando e partecipando direttamente alla vita della Scuola di Massimo Tenzi.

Uomo elegante con chitarra e bambino vestito da cowboy che sorride

Dedica del M° Pinuccio Pirazzoli al M° Massimo Tenzi da lui pubblicata in un post di facebook nel gruppo chiamato Ex allievi del Maestro Massimo Tenzi.

Gruppo che raccoglie le adesioni di tutti coloro che sono stati in passato allievi del Maestro Massimo Tenzi, chitarrista, insegnante e compositore, scomparso nel 1993.

Ciao Massimo, io sono più che un allievo, e ti devo tanto tanto, sei stato il mio vero creatore e padre.
Non avrei mai immaginato che alla mia età, potessi comprendere ciò che sei stato per me, lo si capisce più di allora, e questo io, non sono più riuscito a dirtelo perché la vita è fatta così.

Ad un certo punto, non ci sei più, ma rimane la tua chitarra scavata dall’uso dell’appoggio con la scrivania, dove hai lavorato tante ore, giorni, anni, senza mai stancarti perché era il tuo sogno, la scuola di musica era il tuo sangue, la tua idea.
Sono sicuro che i tuoi cari figli, lo possono capire, a me non rimane che salutarti col mio cuore sincero, nel salutari non so come chiamarti, amico, tutore, press-agent, scopritore di talenti, ma c’è solo una parola: “MAESTRO”.

Scusa se ti scrivo ora , ma alle volte, con questi mezzi, è più facile.

Tuo PEPOTE

P.S: Dedica scritta dal M° Pinuccio Pirazzoli il 18-04-2010


Studia pianoforte e chitarra e dimostra da subito al M° Massimo Tenzi, che lo segue con affetto, di possedere notevoli doti musicali e un’altrettanto spiccata creatività.

In queste foto lo vediamo da molto piccolo seguito musicalmente dal M° Massimo Tenzi

Inizia all’età di tre anni a suonare la fisarmonica per poi passare all’età di cinque alla chitarra e al pianoforte.
In diverse occasioni tra i cinque e dieci anni si esibisce come cantante e chitarrista.

Quattro bambini che cantano con e suonano

Alcune tappe

1950

La sua carriera artistica comincia a soli cinque anni nel 1954 negli spot della Motta e nelle sfilate di moda della coreografa Lalla Simonetta.

Bambino vestito da cowboy con stravecchio bottiglia e bicchiere

Qui sopra è ritratto nella foto per la pubblicità dei Fratelli Branca.

1960

Nei primi anni ’60 insegna chitarra nella sezione di Milano e Varese della Scuola Tenzi.

A quindici anni nel 1964 collabora come chitarrista con Antoine.

Verso la metà degli anni ’60 suona dal vivo e in una rubrica radiofonica con il cantante Tony Spada.

Tony Spada al volante di una auto anni 60 con la sua band

Pinuccio Pirazzoli 1° a sinistra con Tony Spada al volante

Sempre in questo periodo suona con il cantante Memo Remigi.

Dal 1968 al 1970 all’età di diciannove anni entra a far parte come chitarrista e corista del Clan di Celentano con I Ragazzi Della Via Gluck che suonavano brani propri e accompagnavano Adriano Celentano nei suoi dischi e dal vivo.

Adriano Celentano canta vestito di nero con i ragazzi della via gluck

I Ragazzi Della Via Gluck con Celentano a Sanremo 1970 con la canzone vincitrice Chi Non Lavora Non Fa L’Amore. Pinuccio Pirazzoli 1° a destra.

Ragazzi della via Gluck nel prato in una giornata di sole

Foto con dedica alla Scuola di Musica Tenzi dei I Ragazzi Della Via Gluck, Pinuccio Pirazzoli 1° a destra.

Altre foto e copertine di dischi con I Ragazzi Della Via Gluck:

Sette ragazzi in posa con completi gessati blu e pochette colorate
I ragazzi della via Gluck con gessati e pellicciotti in vecchia sala

Arrangiatore e direttore

1970

A ventidue anni (1971) è l’arrangiatore di Gino Paoli con il quale realizza cinque LP.

Scrive e registra, sempre come arrangiatore, innumerevoli dischi per moltissimi artisti tra i quali:

Adriano Celentano, Renato Zero, Riccardo Cocciante, I Camaleonti, I Pooh, Matia Bazar, Luca Barbarossa, Umberto Tozzi, Toto Cutugno, Franco Simone, Fausto Leali, Mauro Pelosi, Milva, Iva Zanicchi, Donatella Rettore, Fiordaliso, Loretta Goggi, Tiziana Rivale, Mariella Nava, Mario Castelnuovo, Luis Migel, Gli America, Albano e Romina, Ricchi e Poveri, Christian e tantissimi altri.

Dagli anni settanta fino agli anni novanta, è considerato dalle case discografiche tra i migliori arrangiatori italiani e firma gran parte degli arrangiamenti della discografia di questi decenni.

1980

Durante gli anni ’80 compone le colonne sonore dei film:
Si ringrazia la regione Puglia per averci fornito i milanesi nel 1982 – Regia di Mariano Laurenti, con Massimo Boldi, Teo Teocoli, Giorgio Porcaro.

Bingo Bongo nel 1983 – Regia di Pasquale Festa Campanile, con Adriano Celentano, Felice Andreasi e Carole Bouquet.

Joan Lui – Ma un giorno nel paese arrivo io di lunedì nel 1985, regia di Adriano Celentano.

Mak PI 100 nel 1987 – Regia di Antonio Bido, con Erika Blanc, Rosita Celentano.

Don Tonino (seconda stagione) nel 1989, regia di Fosco Gasperi.

Nel 1987 ha la direzione musicale della trasmissione tv Fantastico condotta da Adriano Celentano.

1990/2000

Dal 1992 ha la direzione musicale di alcuni programmi tv quali: Stasera Mi Butto 1992, Su Le Mani, Domenica In 1993, Il Gioco dell’Oca, Vita da Cani, La Noche de los Castiglios (per la televisione spagnola), Faccia Tosta 1997, I Cervelloni nel 1997 e nel 1998, Domenica In dal 1998 al 2001, Sette per Uno nel 1999, Cocktail d’Amore nel 2002, Amore Mio…Diciamo Così nel 2002/03, I Raccomandati nel 2003 e 2004, Music Farm 2004.

Ancora come direttore musicale e d’orchestra lo ritroviamo in altre trasmissioni come Bandiera Gialla, Furore, Va Ora In Onda, Cocco Di Mamma, Se Io Fossi Sherlock Holms, Arriba Arriba, Solletico, Go Cart, Festival Di Canne, Premio Davide e Donatello, etc. etc.
Nel 1999 firma le musiche dei cartoni animati Gibì e Doppiaw.

Partecipa come musicista, arrangiatore e direttore d’orchestra a numerose edizioni del Festival di Sanremo comprese nel trentennio fra gli anni ’60 e gli anni ’90 e dal 2015 al 2017 è il direttore d’orchestra ufficiale delle tre edizioni condotte da Carlo Conti.

Presentatore abbraccia Pinuccio sorridendo

Sempre con Carlo Conti collabora dal 1995, dirigendo la propria orchestra a tutte le trasmissioni e le edizioni più importanti di trasmissioni RAI come Voglia D’Aria Fresca (1995/96), I Migliori Anni (dal 2008 in poi), Lasciami Cantare (2011), Tale e Quale Show (dal 2012 in poi), La Corrida (dal 2018 in poi).

Video e foto di repertorio tratte da diverse trasmissioni RAI:

Consega Premio Dietro le Quinte al M° Pinuccio Pirazzoli, direttore musicale Sanremo 2015
Intervista al M° Pinuccio Pirazzoli Sanremo 2016
Sigla 1a serata Orchestra Sanremo 2016PLAY Starmen
Intervista al M° Pinuccio Pirazzoli di Dario Salvatori 2014
Interessante intervista al M° Pinuccio Pirazzoli sull’arte, la musica e la discografia – Festival Avezzano 2016
Il M° Pinuccio Pirazzoli si racconta (dal minuto 0’40”)
Franco Fasano e Pinuccio PirazzoliTi lascerò – Fortissimissimo (Backstage)

Foto tratte dalla trasmissione RAI Music Farm 2004:

Donna con occhiali neri abbraccia uno stupido signore con baffi
Uomo con maglione chiaro guarda uomo di profilo con maglione blu sulle spalle
Donna consola amica mentre piange