HOME PAGE

PERSONAGGI E PROTAGONISTI > Viviana Tenzi



Viviana Tenzi nasce a Milano nel 1964. Il suo rapporto con la musica inizia prestissimo, essendo figlia del Maestro Massimo Tenzi studia con lui canto fin dall'età di tre anni e incomincia ad esibirsi sul palcoscenico, cantando col fratello Alberto, in spettacoli d'arte varia in Italia e all'estero.
All'età di dieci anni si trova alle spalle una considerevole esperienza professionale sopratutto inerente alla pubblicità, ai jingle e al doppiaggio.
Ha perfezionato la sua impostazione vocale alla Civica Scuola di Jazz di Milano studiando con Francesca Oliveri.
La sua voce calda e tipicamente scura (estensione che va dal contralto al mezzo soprano) ha una insolita versatilità di colori che le permettono di inserirsi, con leggerezza, in un insieme vocale e, con personale presenza, in situazioni solistiche
Dal 1986 ad oggi ha avuto modo di collaborare come vocalist con alcuni degli artisti più significativi nel panorama della musica leggera italiana come: Mango, Celentano, Umberto Tozzi, Enrico Ruggeri, Gianni Morandi, Raf, Toto Cutugno, Loretta Goggi, I Ricchi e Poveri, Fred Bongusto, Rosanna Fratello, Deep River Choir (gospels e spirituals).
Lavora tutt'oggi nel settore dei jingle pubblicitari, fra i più recenti troviamo Colgate, Aiax, Ferrarelle, e come solista è stata scelta dalla Bavaria Sonor di Monaco di Baviera per registrare il brano di testa della colonna sonora di un film, in 6 episodi intitolato "Eureka", per le reti televisive nazionali europee.

ESPERIENZE PROFESSIONALI
La collaborazione con l'artista Adriano Celentano ha inizio nel 1986 con una prestazione effettuata nei cori appartenenti alla colonna sonora del film "Joan Lui". Un anno dopo prepara e cura per lui un insieme vocale di 100 bambini per la registrazione del brano "La Luce del Sole" prevista per il Festival di Sanremo e inserita nell'album "L'ultimo gigante".
Nel giugno 1987 Celentano organizza una tournee teatrale in Unione Sovietica, viene convocata e prende parte come corista.
Al rientro dalla tournee si prepara il disco per la trasmissione televisiva Fantastico intitolato "L'ultimo gigante" nel quale partecipa nelle parti corali.
Per la manifestazione di Sanremo del 1987, sempre come corista lavora per I Ricchi e Poveri in "Canzone d'Amore", con I Future in "Briciole di pane" e con Toto Cutugno nella canzone "Figli".
Successivamente Toto Cutugno la convoca come vocalist per la realizzazione dell'album "Mediterraneo" e per la sigla televisiva di Domenica In il brano "La Domenica Italiana".
Nello stesso periodo Loretta Goggi, per la trasmissione Ieri Goggi e Domani incide l'album "C'è Poesia Due" dove prende parte come corista.
Nel 1988 partecipa ad un provino per la tournee teatrale europea di Umberto Tozzi, viene scelta e il lavoro con questo artista le da l'occasione di fare le prime esperienze televisive dal vivo nella trasmissione Ieri Goggi e Domani con una settimana di rappresentazioni e successivamente, alla Royal Albert Hall di Londra, verrà registrato e trasmesso alla R.A.I. l'intero concerto.
Nella stessa serata di Londra parteciperà alla registrazione del doppio album live di Umberto Tozzi nel quale Raf, che era solito unirsi a Tozzi insieme a Morandi e Ruggeri nelle diverse serate della tournee, prende parte come ospite.
Un' altra esperienza televisiva dal vivo l'ha avuta insieme a un giovane cantautore emergente Dario Gay con il quale, oltre ad aver collaborato come corista nell'album "Nella vita di un artista prima o poi c'è un album che porta il suo nome Dario Gay" e nel singolo per Sanremo "Noi che non diciamo mai mai".
Ha partecipato alla manifestazione Stratosfestival dedicato a Demetrio Stratos registrato al Palatrussardi di Milano dalla R.A.I. reinterpretando come solista, sempre con Dario Gay, un brano di Battisti.
Nel 1990 ha lavorato, come corista, per l'artista Mango nella tournee estiva Sirtaki. Per la particolare atmosfera che questo artista riesce a creare occorre rispettare un'armonia di suoni e di immagini omogenea per tutto il gruppo musicale e per questo motivo sono state create, per le coriste, coreografie dettagliate, per ogni brano presentato nelle diverse serate della tournee.
Da alcuni anni si è trasferita a Napoli e continua ad insegnare canto moderno attraverso un programma rivolto all'utilizzo della voce nella musica jazz, blues, rock, pop e leggera.